Verranno corrette le mancanze in Virtuemart?

Mi è stato recentemente chiesto se il progetto Virtuemart troverà soluzioni per le mancanze attualmente presenti nell’applicativo.

Solleticato dalla (involontaria) provocazione, stavo scrivendo al mittente un’ampia risposta, quando mi sono reso conto che sarebbe stato utile renderla pubblica, in modo da informare anche altri che possano aver avuto lo stesso dubbio.

Quello che segue è la risposta sulle mancanze di Virtuemart.

Contatti

Come membro del progetto Virtuemart, e come abituale frequentatore di alcuni forum di assistenza sull’argomento, vengo talvolta contattato direttamente da altri utenti che mi chiedono consigli e assistenza. Oltre a questo, a volte vengono chieste delle vere e proprie opinioni: si cerca di capire  di più del progetto Virtuemart., chiedendolo a un interno.

Un messaggio recente chiedeva informazioni in merito alla possibilità di gestire uno sconto sul totale, e non sul singolo prodotto. La risposta è che Virtuemart non offre questa possibilità: l’unica speranza è quella di trovare una estensione aggiuntiva. Dopo aver ricevuto tale risposta, l’autore della richiesta originale ha ringraziato e ha aggiunto una riflessione di questo tipo:

Sai se il progetto VM troverà soluzioni per queste “mancanze” più o meno fastidiose?

Mancanze?

Analizziamo con calma la richiesta. Cosa si intende per “mancanze“? La definizione è senz’altro suscettibile di interpretazione.

Credo che ciascuno di noi, in buona fede, intenda come mancanza una funzionalità che Virtuemart non ha e che a noi serve.

Un altro utente Virtuemart, che non ha bisogno di questa funzionalità, sicuramente non la percepisce come mancanza. E magari invece vorrebbe proprio che Virtuemart creasse delle pagine validate XHTML, o altro ancora.

Quindi, possamo già fornire una prima risposta ufficiale: in linea generale, il progetto Virtuemart aggiunge funzionalità solo se molti utenti (in relazione alla mole di utenti globali) la ritengono una funzionalità imprescindibile.

Dato che Virtuemart è in giro da molto tempo, se alcune funzionalità non sono state ancora implementate un motivo ci sarà.

Tutto qui? Ovviamente no…

In pratica, però…

Quanto detto è la verità, ma non è tutta la verità. Ci sono alcune postille importanti da fare, e queste più di tutte meritano di essere rese pubbliche.

  • Virtuemart è un progetto open source sviluppato da poche persone nel tempo libero. Sareste sorpresi di quanto poco tempo viene dedicato a un progetto così importante: a volte non si capisce come possa essere venuto fuori così buono (ottimo tempismo, forse? Complimenti a Soeren 🙂 ).
    Resta il fatto che le risorse sono poche, e che a volte bisogna fare delle scelte dolorose, lasciando in sospeso funzionalità che potrebbero essere interessanti, ma che non c’è il tempo di implementare.
  • Il problema principale di Virtuemart non sono le funzionalità in sè (ne ha comunque tante), ma il codice. Chi di voi ha già messo mano al codice di questo componente non ha bisogno di ulteriori spiegazioni. E’ un casino.
    Ci hanno messo mano molte persone diverse, non tutte rispettando gli stessi standard di programmazione; vari pezzi sono stati aggiunti nel tempo… un frankenstein.
    Funziona: ma non è facile aggiungere / modificare qualcosa. Ecco perchè non si vedono spesso funzionalità nuove.
  • Da circa un anno e mezzo a questa parte, proprio per risolvere il problema del codice, il team Virtuemart si sta dedicando alla realizzazione della versione 2 (precedentemente nota come versione 1.5), completamente riscritta nello standard MVC di tutti gli altri componenti Joomla 1.5. Questa è una buona notizia, vero? Certo!
    Ma se tutti i programmatori del team sono impegnati a riscrivere il componente (ovvero a fare del nuovo codice che fa le stesse cose), ci sono ancora meno risorse per aggiungere nuove funzionalità!
  • Come se non bastasse, tra la metà del 2009 e la metà del 2010, il team ha attraversato un periodo particolarmente turbolento, con diverse persone che si sono avvicendate nei ruoli chiave, fino a riprendere una certa stabilità solo da meno di un anno a questa parte.
    Come potete immaginare, questo ha complicato ulteriormente le cose.

Ora, nessun membro del team Virtuemart si nasconde dietro gli alibi.

Sappiamo di essere responsabili di uno dei componenti Joomla più importanti, sicuramente il componente di e-commerce più usato. Ma la responsabilità significa anche essere trasparenti, e non aver paura a spiegare a tutti come mai lo sviluppo procede a rilento.

Estensioni

Detto tutto questo, c’è un’altra verità fondamentale: il componente di base non deve fare tutto. Deve offrire un motore facilmente estensibile, che altri possano ampliare a piacimento. Joomla stesso deve la sua fortuna allo spropositato numero di estensioni disponibili.

Questo significa che:

  • anche quando uscirà Virtuemart 2, con un codice più facilmente modificabile;
  • anche quando il team di Virtuemart potrà contare su un ampio numero di bravi programmatori;
  • anche ammesso che si identifichino delle funzionalità davvero importanti.

è probabile che il team decida di lasciare a terzi la realizzazione di tali funzionalità. Questa è la legge dell’open source: fai una cosa, e falla bene.

Un esempio per tutti: i metodi di pagamento. In Virtuemart 2 saranno di meno rispetto a ora, ma sarà molto più facile crearne di nuovi. E tutti saremo più contenti.

Soprattutto i membri del team di Virtuemart, che potranno lavorare di meno la sera, e passare più tempo con famiglie e amici 🙂


GiBiLogic srl Società a socio unico  |  via Aldo Moro 48, 25124 Brescia  |  P.IVA 02780970980
REG.IMPRESE N.02780970980 BRESCIA  |  CAP. SOC. € 10.000 I.V.
info@gibilogic.com  |  +39.030.7778980

iubenda Certified Gold
Partner