• Home
  • Blog
  • GiBiLog
  • Mastering Joomla 1.5 Extension and Framework development – 5

Mastering Joomla 1.5 Extension and Framework development – 5

Nel quinto capitolo del libro Mastering Joomla 1.5 Extension and Framework development si comincia a creare il codice per i vari file che costituiscono il nostro componente.

Vediamo i punti più interessanti.

Model View Controller

Un sano ripasso del design pattern MVC e della sua implementazione in Joomla è d’obbligo per poi passare alla realizzazione degli elementi in senso stretto:

  • l’entry point, nominato come il nostro componente (es. mycomponent.php)
  • il file controller.php. che smista le richieste in base al task
  • i file nella cartella models, uno per ciascuna entità significativa nel nostro componente
  • le cartelle dedicate alle singole views, una per ciascuna entità significativa nel nostro componente

Usando i metodi raccomandati, sarà possibile scrivere poco codice per gestire l’intero processo di elaborazione della richiesta.

Altri tipi di documenti per le viste

Nella maggior parte dei casi utilizzeremo come tipo documento “HTML”, per cui le nostre viste si chiameranno view.html.php. Tuttavia, anche altri tipi di documenti sono gestibili in Joomla:

  • Feed (view.feed.php), per restituire un feed RSS o Atom
  • PDF (view.pdf.php), per restituire un file PDF generato con le librerie TCPDF a partire da un documento HTML
  • RAW (view.raw.php) per gestire altri tipi di documenti, ad esempio json e xml, per i quali dovremo preoccuparci noi di creare l’output nel formato corretto.

Anche se scopriremo poi delle eccezioni, come regola di base il file XML di installazione dovrà contenere l’elenco completo di tutti i file che compongono il nostro componente. المراهنات الرياضية

Configurazione

Esiste la possibilità di gestire la configurazione del nostro componente. Creando un file config.xml, che contiene un elenco di parametri, e inserendolo nella cartella di backend del nostro componente (es. /administrator/component/mycomponent/config.xml) otteniamo una serie di vantaggi:

  • è possibile aggiungere un pulsante “Preferenze” che crea automaticamente una form per la visualizzazione e gestione di tali parametri
  • i parametri vengono salvati nel database, nel record corrispondente della tabella #__components
  • i parametri possono essere richiamati e usati nel nostro component tramite la classe JParameter

GiBiLogic srl Società a socio unico  |  via Aldo Moro 48, 25124 Brescia  |  P.IVA 02780970980
REG.IMPRESE N.02780970980 BRESCIA  |  CAP. SOC. € 10.000 I.V.
info@gibilogic.com  |  +39.030.7778980

iubenda Certified Gold
Partner